Perchè il mondo era una valle di lacrime e le sue, in fin dei conti, erano una goccia nel mare.
― “L’ombra del vento”, Carlos Ruiz Zafòn.  (via sechiudogliocchinoncisei)
A sedici anni uno dovrebbe fare la guerra con i genitori perché la ritirata è troppo breve e invece si ritrova a fare la guerra coi pensieri.
A sedici anni uno dovrebbe morire per la gioia e non morire perché si sente diverso, inferiore rispetto agli altri.
A sedici anni uno non dovrebbe avere rimpianti e pensieri.
A sedici anni uno dovrebbe fregarsene di tutto e non fare i conti a poco a poco con il resto del mondo.
A sedici anni uno dovrebbe avere sedici anni e non sentirsene ottanta.
A sedici anni uno dovrebbe viversi la vita e non pensare che quella che stia vivendo sia uno schifo di vita.

(via unasolaanimanonbastapervivere)

Nel mio caso, anche a diciottanni.

(via lets-br-ok-en-me)

Anche a 14..

(via la-ragazza-philofobica)

@

(via sonotantofaciledadimenticare)